giovedì 25 giugno 2015

Suite Francese - Irène Nèmirovsky - Ed Newton

Ciao a tutti,
QUINTO OBIETTIVO RAGGIUNTO! relativo alla mia partecipazione alla "Seconda Tappa del Lotto Reading Challenge" organizzato dalle LGS e dalla mia amica Daniela di un Un Libro per Amico Obiettivo N. 11: Un libro ambientato in Francia- Suite Francese di Irène Nèmirovsky pag. 381 acquistato in cartaceo.



Irène Nèmirovsky: Nata a Kiev nel 1903 da una famiglia di ricchi banchieri di origine ebraiche, visse a Parigi dove, appena diciotenne, cominciò a scrivere. Nel 1929 riuscì a farsi pubblicare il romanzo Daivd Golder, ottenendo uno straordinario successo di critica e di pubblico. Irène continuò a scrivere, ma presto fu costretta a usare un altro nome, perchè gli editori, nella Francia occupata dai tedeschi, avevano paura di pubblicare i libri di un'ebrea. Nel luglio del 1942 fu arrestata e deportata ad Auschwitz, dove ad agosto, a trentanove anni, morì, lasciando incompiuto il suo ultimo capolavoro, Suite Francese.
Trama: In un piccolo paesino della campagna francese, nei primi mesi dell'occupazione nazista, la giovane Lucile, sposa per volere del padre, e la suocera Angellier attendono di ricevere notizie da Gaston che è partito per il fronte. E quando nella loro casa verrà acquartierato Bruno, ufficiale dell'esercito tedesco, i rapporti fra le due donne diventeranno ancora più tesi. La scintilla fra i due ragazzi scocca ben presto, ma la necessità di reprimere e soffocare il desiderio diventa quasi impossibile da sostenere....
Il mio pensiero: Visto come descritto nella sovra-coperta del libro sembra davvero una storia d'amore! Non so se è una tattica della casa editrice oppure per un "invito" ma di Lucile e di Bruno si parla ma solo in modo marginale. Infatti la storia sin dalle prime pagine, parla di tante persone i cui i destini in qualche modo si incroceranno, Tutti i primi giorno dello scoppio della seconda guerra mondiale. I disagi, i rischi, le persone che tendono di scappare. Le brutture della guerra, ci fa apprezzare in questo libro, la pace. Gente che imbroglia e ruba per salvarsi, per un pò di cibo oppure un po' di benzina (per i piu' fortunati). E chi invece è comunque destinato a morire, anche se non solo sotto le bombe del nemico. Ambientato totalmente in Francia, ho trovato questo libro "molto pesante". Ho aspettato che in qualche modo ci fosse una svolta che me lo facesse apprezzare. Invece niente! Zero! A parte l'edizione scritta con caratteri "piccolissimi", in linguaggio del tempo non ti aiuta di certo. Secondo me si poteva impostarlo meglio (anche perchè piu' volte è ricordato che non ha subito le correzioni dell'autrice a causa della sua scomparsa) nomi che cambiano. La vita di queste persone alternate. Insomma i traduttori potevano fare di meglio. Non vedevo l'ora di finirlo. Praticamente mi è sembrato di metterci una vita. Infine so che ne è stato tratto il film, non so se è fedele al libro, ma se cosi' fosse non lo vedrei.
E qualcuno di voi ha visto il film oppure lo ha letto?


♥♥