domenica 14 giugno 2015

Il pizzo dell'Aspide - Dianora Tinti

Buona domenica a tutti,
la serata di ieri è stata proficua. Ho raggiunto il mio quarto obiettivo, relativo alla mia partecipazione al "Lotto Reading Challenge- Seconda tappa" organizzato da un gruppo di blogger fra cui la mia amica Dany di Un Libro per Amico OBIETTIVO N. 69 - Un libro che racconti una storia vera - "Il pizzo dell'Aspide" di Dianora Tinti- pag. 259.  Pluripremiato  in tutta Italia, della prima edizione sono state fatte sedici ristampe.


Qualcosa sull'Autrice di questo libro: Dianora Tinti è scrittrice, critica letteraria, giornalista pubblicista e blogger. Scrive su riviste e quotidiani, collabora con emittenti  televisive ed è l'ideatrice di "Letteratura e dintori". Ha un blog dove recensisce libri ed intervista autori. Oltre a questo romanzo ha pubblicato con Pagliai Editore "Il giardino delle esperidi"(Premio della giuria al Premio Letterario Il Litorale di Massa Carrara) e "Storia di un manoscritto" con il quale ha recentemente vinto il prestigioso Premio della Cristina al Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica- Pegaus Literary Awards.
Trama: Il pizzo dell'Aspide racconta la storia vera di un amore travolgente, quello di Antonio e Francesca, sbocciato nella Puglia calda ed assolata degli anni '50 sullo scoglio che dà il titolo al libro. Una storia adolescenziale e acerba che si trasforma negli anni in un sentimento capace di resistere, crescere e raffozarsi a dispetto della lontananza, dei figli e dei rispettivi matrimoni. La passione sconvolgente che può durare un’intera esistenza, che non si affievolisce ma perdura negli anni nutrendosi del ricordo di pochi giorni, la rinuncia per amore stesso, la maturità di una storia d'amore impossibile.
Un sentimento allo "stato puro" che i protagonisti non sanno o non vogliono riconoscere fino in fondo, ma che riuscirà tuttavia a dare un senso alle loro vite. 
Un libro da leggere tutto d'un fiato e con una matita in mano, per sottolineare le frasi emozionanti. Qualcosa che vale la pena di ricordare. Qualcosa che vi ricorderà…qualcosa.
Il mio pensiero: Mi è piaciuto questo obiettivo, mi ha fatto fare una ricerca sulle storie vere e purtroppo mi imbattevo sempre in quelle piu' brutte per me. In questo momento non mi posso permettere di leggere di malattie terminali o/e quant'altro. Poi ho trovato questo, la storia sembrava innocua. L'ho ordinato su Amazon anche se non so perchè ci ha messo una vita ad arrivare. Comunque sono partita con un po' di leggerezza su questo romanzo. Pensavo alla solita storia lacrimevole. Invece di sbagliavo. La storia parla di Francesca e Antonio conosciuti durante le vacanze estive che non comprendono la loro fortuna di aver trovato cosi' precocemente il vero amore. Malgrado il grande dono ricevuto non riescono a dichiararsi e a chiarire il loro rapporto. Cosi' scegliendo vite diverse con altre persone. Ma non si staccheranno veramente mai l'uno dall'altro saranno sempre attirati da questo sentimento vero, per tutta la loro vita. Un libro che fa riflettere e pensare... troppo per i miei gusti! 

<<Chi si è amato intensamente in questa vita si rincontrerà nell'altra e si riconoscerà. Ma lungo...è il tempo da trascorrere e molte saranno le sofferenze>>
 ♥♥♥