sabato 26 settembre 2015

L'invenzioni delle ali - Sue Monk Kidd - Ed Mondadori

Salve a tutti,
anche se l'ho finito da qualche giorno, ho proprio voglia di parlarVi della mia ultima lettura. Prima di tutto devo ringraziare "Un Libro per Amico" per avermelo consigliato! Parlo di "L'invenzione della Ali di Sue Monk Kidd- pag. 393.



SinossiCharleston, South Carolina, 1903. Sarah per il suo undicesimo compleanno riceve indono Hetty, sua coetanea, destinata a diventare la sua cameriera personale. Sarah però non è una bambina come tutte le altre della sua età; è sveglia e intelligente, ma soprattutto è avida di libri, dai quali apprende le riflessioni dei grandi pensatori che, tutte insieme, sono raccolte nella grande libreria del padre e che, per lei, rappresentano il tesoro più grande, nonché rifugio e conforto. Sarah ha anche un sogno: vuole diventare un giurista. Proprio in nome della sua formazione e delle sue aspirazioni, si opporrà fin da subito al dono ricevuto battendosi per la libertà di Hetty. Un’impresa molto difficile che la vede costretta a combattere contro un potere molto più forte di lei che, in fondo, è ancora una bambina. Nonostante questo, però, non si arrende, decisa com’è a rendere libera la sua piccola schiava, insegnandole così a leggere e a scrivere. Quest’ultima azione provocherà l’ira della famiglia che segnerà un po’ la fine dei suoi desideri. Sarah si rende conto che la vita di una donna della sua epoca corre su una strada già segnata in precedenza, ma tutto prende un’altra forma con l’arrivo di Nina, sua sorella, di cui lei sarà la madre tutelare. È insieme a lei che inizia un percorso che le condurrà sempre più lontano dal credo al quale sembravano essere destinate, riuscendo così a portare avanti la loro campagna anti schiavista, a favore dei diritti civili delle donne e degli emarginati.   
L’altra parte c’è Hetty che incarna in sé tutta la storia delle tradizioni di un popolo, quello africano, che si trova a vivere in una condizione di schiavitù, ma che conduce un’incessante lotta per affermare i propri diritti e per non vedere scalfire la propria dignità. Tradizioni che si tramandano di generazione in generazione e che vengono legate insieme da un filo sottilissimo destinato a durare in eterno.
La storia di una bambina bianca e di una bambina nera che sembrava non riuscisse ad incontrasi mai, ma che invece scorre su due binari paralleli e che ci fa vivere un rapporto speciale durato tutta una vita.
Il mio pensiero: Devo dire che sin da subito, ho compreso che questo libro mi sarebbe piaciuto. Sarah è una donna che non ha peli sulla lingua. Vive in un periodo difficilissimo e sin da subito ha una bontà d'animo disarmante. Il romanzo tratta di una storia vera. Due sorelle che dedicano la vita per la lotta contro l'abolizione della schiavitù. Il metodo di scrittura e descrizione è molto scorrevole e ti fa venire voglia si scoprire come proseguirà la storia. Ti cattura e ti disarma. Non è un libro semplice, per il tema trattato. Successivamente alla fine l'autrice ci invita a scoprire che le donne citate sul libro sono davvero esistite e hanno davvero lottato per l'ingiustizia piu' atroce di quei tempi. Personalmente credo che sia un libro che dovrebbero leggere tutti. E voi l'avete letto?
♥♥♥♥